mercoledì 16 ottobre 2019

2020-mare


Un anno fa avevo dichiarato al mondo che mi sarei ritirata nella mia casa estrema.
Le cose però non erano andate come previsto: un impulso improvviso mi aveva portato presto In un campo di grano e la corrente degli impegni familiari altrove.
Probabilmente le scelte di vita così drastiche vanno preparate.
E quest'estate è servita a capire in quale direzione remare, anche perché non escludo che la faccenda dell'impulso e quella della corrente non fossero altro che scuse per evadere da una impresa troppo difficile e bisognosa di obiettivi.


Terminati i corsi, abbandonate le cartelle di scuola e spogliatici di inutili giacche, io e la mia tribù avevamo mollato gli ormeggi, pronti a salpare ciascuno verso la propria meta.
Io avevo ripreso la Palette Follonica 2001, la lettura della Casa Estrema, alcuni studi sulla creatività e sulla pittura intuitiva ed ero tornata alle conchiglie, principalmente per capire il perché di alcuni miei meccanismi decisionali. 
Mi era successo già l'estate scorsa, con il lavoro per Valtopina. Protagonisti il mare, l'estate, una parentesi di quiete dalla vita frenetica, il ritorno ad un contatto intimo con la natura e le relazioni, il riappropriarsi di un atteggiamento contemplativo e meditativo. 


Vi racconterò con calma tutto, quando avrò nuovamente sgrovigliato la matassa del discorso, che mi si impasticcia di continuo, non appena vengo distratta dagli eventi.
Il punto è che mentre questo post automaticamente invade l'etere, io sono in fiera, ad Abilmente Vicenza e ho deciso, nonostante questi siano i soli pezzi prodotti, di esporli e addirittura stamparli su un segnalibro omaggio. Con la paura che non siano del tutto compresi e che forse non mi  contraddistinguano.
Ma i giochi ormai sono fatti.

Sapete che Abilmente è un appuntamento importante per me: è il mio ultimo dell'anno e l'inizio di quello nuovo. 
Il 2020 tra le conchiglie e tra le onde è il mio proposito.
Dedico queste immagini a quanti non potranno essere presenti, ringraziando tutti, ma proprio tutti, della costante presenza, silenziosa o manifesta che sia.



giovedì 10 ottobre 2019

Ci siamo inventate un gioco...


Ci siamo inventate un gioco...
Vieni a trovarci ad Abilmente Vicenza, dal 17 al 20 ottobre 2019: riceverai in omaggio un disegno pensato da Elisabetta, ricamabile sulle splendide tele dipinte da Patrizia o sulle stoffe più adatte suggerite da Gabriella di Conti e Molinari!


Presenteremo il disegno ricamato in tre varianti: "Giocoso Natale" allo stand di Elisabetta, "Giocosa convivenza" allo stand di Patrizia, "Giocosi intrecci" allo stand di Conti e Molinari.
Vieni a trovarci, scatta una foto della versione che preferisci e delle istruzioni per ricamarlo, oppure semplicemente lasciati ispirare…
Fotocopia il disegno quante volte vuoi e regalalo alle amiche, portando loro i nostri più cari auguri!
BUON NATALE DA CONTI E MOLINARI, PATRIZIA SILINGARDI ED ELISABETTA SFORZA!


sabato 5 ottobre 2019

Non per forza iniziali, a punto pieno


Dimentico sempre che, quando vado sopra ad una tela dipinta da Patrizia, non sono io a dirigere i giochi.
Il mio occhio pigro subito aveva selezionato un blanc, per un ricamo minimalista e giovane, come è il grembiule proposto da Conti e Molinari e dipinto da Patrizia Silingardi. 


Poi, insoddisfatto, aveva estratto dalla scatola un DMC 3865 e subito dopo un 3866. 
Quello era il tipo di bianco che ci voleva! 
Ma in un mondo privo di poesia.
Dunque l'ho cercata (la poesia), nel disordine del cassetto degli sfumati e si è fatto avanti un Shinagawa 336 di Fils à Soso.
Dentro c'è un po' di quel grigio perla che credevo bianco alla mia prima occhiata. 
E poi un azzurro che si incupisce e un arancio che si tinge di rosa.


Ho disegnato il cuore perché insomma sono tutti stufi che io faccia solo inziali, ma... 
Quanto ci starebbe bene una di queste? 
Album Sajou 342, foto del blog di Ramzi (patternmakercharts).


L'ho anche disegnato per riprovare uno sfumato col punto pieno e vedere come far tornare le punte, o i tratti presi insieme. Semplicemente ho tagliato via dalla gugliata il pezzo necessario a tornare al colore voluto.



Ci sarà ( ci saremo tutte) ad Abilmente, dal prossimo 17 ottobre!