mercoledì 15 giugno 2016

Ricamare per sorridere


Questo è il post promesso sui Rapidi ricami per rapide federe. 
L'ho ribattezzato Ricamare per sorridere, perchè tra un ricamo immane e l'altro dobbiamo imporci di eseguire dei nonnulla, su materiali poveri o che dovranno subire spesso le angherie della lavatrice, per assaporare la loro presenza nelle faccende quotidiane e, incontrando il loro sguardo, sorridere e lasciare che ci addolciscano la giornata. 
Sembra solo un decoro superfluo, ma ben sappiamo contenere ricordi e tempo affettuoso regalato.
L'errore più grosso che la ricamatrice rigorosa possa fare è pensare che ogni lavoro debba essere progettato a partire da materiali illustri. E' tanto vero che arredi molto lavorati vadano eseguiti su tele pregiate per non vanificare ore di lavoro, quanto che piccoli motivi possano essere piacevolmente ricamati su qualsiasi supporto vi capiti sottomano. 
Non mi sono conteggiata, ma credo di non aver impiegato più di un'ora per terminare la A di Anita. Posso permettermi di buttare un'ora su una federa da supermercato del valore di 5 euro? Si. E ve lo dimostro.



Non ricordavo più dove avessi messo queste foto, mai postate. 
Ripercorrendo a ritroso nel tempo le cartelle archiviate, scopro che sono di fine 2012. Ritraggono le iniziali di Mario e Alfredo su due federe dell'Iper Famila.
A distanza di 4 anni il ricamo è perfettamente intatto, forse solo leggermente sbiadito e spelacchiato. Sicuramente ha tenuto di più del bianco, che in men che non si dica trasformo in una delicata tonalità di grigio.
Ho sorriso molte volte, facendo i letti, a queste due federe.

Perchè materiali poveri? Perchè rischiate di non usarle, le federe, se ci avete lavorato per più di una settimana, orlando un costoso lino a mano. 
Non sempre bisogna ricamare per le occasioni speciali. Le occasioni speciali sono rare.

Ovviamente ci spetta l'arduo compito di mascherare lo scempio delle confezioni industriali...
Per la federa di Anita (ottima perchè provvista di comodi bottoni a pressione) ho applicato un pizzo sull'inguardabile doppia cucitura della tagliacuci.
Prese dalla scarsa necessità di pianificare ogni vostro gesto per non guastare un oggetto prezioso potreste addirittura darvi all'aggiunta di qualche ricciolo direttamente sulla stoffa, come mi sono incredibilmente trovata a fare sulla A...


Volevo testare un filato sfumato House of embroidery, di cui presto vi parlerò, e che tanto mi evocava le ortensie. Lo so che ultimamente si trovano ortensie dappertutto nel ricamo, ma anche fuori, nei giardini, ti chiamano a gran voce e proprio non si riesce a resistere.


Potreste usare questi oggetti di poco conto come campionario di prova per idee pazze che vi saltano fuori mentre vi lavate i denti, oppure prendete con la testa l'anta dello scolapiatti che non vi decidete mai a chiudere.
E' così che sono nate le asole della prima federa di Anita, piaciute tanto a Vinovo. Sono davvero una sciocchezza, a pensarci.


Quella specie di punto quadro che vedete sull'orlo è un punto a macchina, con l'ago lanceolato, e anche le asole sono state fatte a macchina, con il venerabile piedino automatico per asole. Nel caso decidiate di confezionarle voi, dunque... Rapide cuciture per rapide federe

16 commenti:

  1. Come sempre! La perfezione! Anche su materiali poveri!

    RispondiElimina
  2. La penso esattamente come te! Il ricamo bisogna viverlo e gustarlo...con un sorriso quando si mantengono così belli negli anni e con una punta di tristezza quando su una tenda vedi cotto tutto un colore e solo quello del tuo ricamo....

    RispondiElimina
  3. buen dia sra. Elizabetta admirando su trabajo tan prolijo, motivador y reflexivo.
    saludos desde mi corazon en cristo jesus
    carmen

    RispondiElimina
  4. Maravilhoso como sempre. Amo vc e suas criações. Beijo.

    RispondiElimina
  5. The flowers look so real I can almost smell them :) beautiful work congratulation hugs form Carollyn :)

    RispondiElimina
  6. MI LETRA ES PRECIOSA!!!!
    SALUDITOS

    RispondiElimina
  7. You do the most exquisite needlework. Thank you for sharing such lovely things on your blog!

    RispondiElimina
  8. Ammiro e.... non trovo aggettivi adatti per complimentare il tuo operato !!!
    Nadia

    RispondiElimina
  9. Sei un mito!Tra le tue mani tutto diventa prezioso.
    Gabriella

    RispondiElimina
  10. Il ricamo è così bella, sopratutto con quel filo.

    RispondiElimina
  11. Rapidi, ma sempre e comunque belli i tuoi ricami,che possono impreziosire anche delle semplicissime federe..
    Grazie Licia

    RispondiElimina
  12. Rapidi, ma sempre e comunque belli i tuoi ricami,che possono impreziosire anche delle semplicissime federe..
    Grazie Licia

    RispondiElimina
  13. Buona giornata! Sono andato a visitare un minuto dalla fine allo scoccare dell'ora. Ricamo ipnotizzante e non lasciarsi andare. Molto bel lavoro. Ti fa venire voglia di prendere un ago e cucire tutto! Grazie per il tuo talento!

    RispondiElimina
  14. I would love to get a set. Could I?

    RispondiElimina
  15. I would love to get a set. Could I?

    RispondiElimina
  16. Bellissimi questi articoli in foto. Il ricamo è sempre stata una tecnica efficace per avere un ottima qualità del prodotto. Nel tempo il ricamo stesso si è evoluto da essere una tecnica a mano, a diventare anche una tecnica utilizzata tramite un macchinario all'interno del ricamificio

    RispondiElimina