venerdì 17 settembre 2010

Asciugapiatti redwork


 

Per gli asciugapiatti ho usato la canapa di Carmagnola che avevo comprato a Vinovo e un tessuto a quadretti che sto usando per diversi accessori della cucina e con cui avevo cucito la sovratenda che si vede sullo sfondo della foto. Il disegno del ricamo è tratto da un vecchio album per tovaglie di Mani di Fata ed era sicuramente destinato al punto pittura. L'ho ricamato in rosso con un punto indietro e nodini per i fiorellini, punto pieno per le foglie e palestrina per i tralci. Il fiore al centro è contornato dal punto erba, riempito parzialmente con punti lanciati e con i nodini che richiamano gli stami. La sfilaturina a mezzo giliuccio lega la canapa a i quadretti.

8 commenti:

  1. Vedo che ne stai veramente facendo buon uso degli acquisti fatti a Vinovo!!Complimenti alle tue manine,sei molto brava!
    Ti è piaciuta la Puglia?Io ovviamente mi auguro di si!
    Ciao.
    Annarita

    RispondiElimina
  2. ciao, hai un gusto molto raffinato ti faccio i miei complimenti più sinceri.
    Cinzia

    RispondiElimina
  3. Che bello anche questo! sempre più innamorata dei tuoi lavoretti!!!!
    Complimenti ancora!
    Paola

    RispondiElimina
  4. Elisabetta muy lindos sus bordados, tiene manos de hada.Besos.Olga.

    RispondiElimina
  5. Mi piacciono molto i tuoi lavori: sono perfetti e di ottimo gusto. Tinu.

    RispondiElimina
  6. davvero molto bello, mi piace molto anche l'abbinamento avorio/rosso
    ciao,
    Amalia

    RispondiElimina
  7. Veramente belli!!!!!!!!!
    Mi piace molto come hai unito le due stoffe, non è che potresti spiegarlo un pochino?
    Manu

    RispondiElimina
  8. Ciao Elisabetta. Solo oggi ho visto questo tuo piccolo capolavoro! Potresti spiegare anche a me (quando avrai un pó di tempo) come hai fatto a unire le due stoffe? Vorrei farlo anch'io...ma! Ti ringrazio per tutto!
    Buona giornata
    Franca

    RispondiElimina